All’interno della branca della medicina estetica spesso e volentieri si sente parlare di filler, ma di cosa si tratta?

I filler sono sostanze che vengono iniettate sotto il tessuto cutaneo per contrastare inestetismi di varia origine, oppure per conferire volume e riempimento ad aree del volto o del corpo “svuotate” o per rimodellare determinate zone di viso e corpo.

Nell’articolo di oggi insieme ad Avenir Group vedremo che tipologie di filler esistono e quali sono le loro caratteristiche.

Tipologie di filler, ecco quali esistono

Come abbiamo visto in apertura esistono svariati motivi per cui una persona vorrebbe ricorrere all’uso di un filler, per questo non può esistere una sola categoria.

I fillerriassorbibili o biologici

Chiamati così perché per la loro conformazione vengono completamente riassorbiti dalla cute. Questo fenomeno di verifica perché i filler vengono progressivamente metabolizzati dal nostro organismo. Indicativamente, la durata del loro effetto varia dai 3 a 10 mesi, ma molto è da attribuire a fattori strettamente individuali e correlati al nostro stile di vita.

I fillers semipermanenti o parzialmente sintetici

Fanno parte dei filler di profondità perché possono essere iniettati anche nel derma profondo. Il processo di metabolismo e riassorbimento può essere maggiore o uguale ai tre anni. Sono particolarmente indicati per aumentare il volume di labbra, mento, zigomi e per mascherare depressioni profonde cutanee tipiche dell’invecchiamento.

I filler permanenti o completamente sintetici o filler non riassorbibili.

Si tratta di sostanze completamente estranee al nostro metabolismo che non le riesce a processare, quindi apportano delle modifiche definitive. Presentano però anche una serie di controindicazioni ed effetti collaterali maggiori come il rischio di reazioni allergiche alla protesi, così come vi è il rischio che questa possa rompersi o migrare in altre sedi con il rischio di andare a comprimere le terminazioni nervose, possono provocare infezioni, ascessi, fibrosi e granulomi da fillers, perdita di sensibilità e difficoltà di movimento dell’area trattata. Sono anche loro considerati fillers di profondità.

Contattaci per saperne di più. Il nostro centro specializzato sarà a tua disposizione per capire come muoverti in questo difficoltoso campo dove la scelta giusta è essenziale